Tabbouleh al limone e prezzemolo, il Qatar in Expo

La ricetta del Tabbouleh al limone e prezzemolo del ristorante del Qatar in Expo

Tabbouleh  al limone e prezzemolo del ristorante del Qatar in Expo
Tabbouleh al limone e prezzemolo del ristorante del Qatar in Expo

Dopo la breve tregua più o meno rinfrescante dello scorso fine settimana, in questi giorni l’anticiclone africano sta sferrando  un nuovo attacco a colpi di ondate di calore. L’estate di Expo è decisamente caratterizzata da un clima torrido e per affrontare le lunghe camminate su e giù per il Decumano si impone quindi la scelta di cibi leggeri e digeribili, ma con un adeguato apporto calorico. A tal proposito l’insalata di Tabbouleh al limone e prezzemolo del ristorante del Qatar è probabilmente uno dei piatti più freschi ed estivi, ma al contempo nutrienti, di tutta Expo.
Il piatto ci è piaciuto così tanto che, dopo aver scoperto che il ristorante del padiglione del Qatar è gestito con grande professionalità dalla Mosimann’s di Londra, abbiamo chiesto a Philipp Mosimann, sempre molto cortese e disponibile, la ricetta di questo eccezionale piatto unico. Ed ecco quindi, direttamente da Claude Jarczyk, il primo Chef Italia di Mosimann’s, l’originale ricetta del piatto del Qatar.
Se poi desiderate una pietanza più ricca potete aggiungere all’insalata di contorno del vostro tabbouleh  striscioline di peperone rosso, mandorle affettate, scorze di arancia e uvetta, proprio come nel piatto del ristorante del Qatar.

Ricetta per due persone
Ingredienti:
20 grammi di burghul
300 grammi di pomodori maturi tagliati a dadini
30 grammi di cipollotti affettati molto sottili
100 grammi di prezzemolo tritato molto finemente
40 grammi di foglie di menta tritate molto finemente
cannella in polvere
pimento in polvere (oppure miscela 7 spezie del Libano*)
pepe nero macinato q.b.
sale q.b.
succo di mezzo limone
olio  extravergine di oliva
mezzo cespo di lattuga
* N.d.T. la miscela 7 spezie del Libano varia da regione a regione, ma la miscela classica è composta da pepe nero e pepe bianco macinati, pimento, chiodi di garofano, cannella, noce moscata e coriandolo.

Categoria: primi piatti, vegetariani, vegani

Difficoltà: medio/facile

Tempo di preparazione: circa 1 ora

Preparazione:
1. Sciacquate più volte il burghul in acqua fredda. Scolatelo bene e mettetelo in una ciotola. Mescolatelo di tanto in tanto con una forchetta per farlo gonfiare.
2. Mettete i pomodori tagliati a dadini in una scodella e metteteli da parte mentre preparate la cipolla e gli aromi. Un consiglio: non tagliate gli aromi con la mezzaluna, usate invece un coltello molto affilato e dopo averli compattati il più possibile tagliateli finemente per ottenere delle piccole striscioline croccanti.
3. Scolate i pomodori dal loro succo e metteteli in una marmitta.
4. Aggiungete i cipollotti e gli aromi. Cospargete a pioggia il burghul.
5. Condite con la cannella, le spezie e il pepe. Aggiungete il sale a piacimento. Aggiungete il succo di limone, l’olio d’oliva e mescolate bene.
6. Assaggiate e aggiustate il condimento se necessario. Servite subito con il contorno di lattuga.

Buon appetito e alla prossima ricetta!

2 thoughts on “Tabbouleh al limone e prezzemolo, il Qatar in Expo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *