Zen Express, street food a 5 stelle in Expo

Lo street food corner di Zen Express conquista i visitatori di Expo

Zen Express street food truck in Expo
Zen Express street food truck in Expo

Qualche sera fa abbiamo fatto uno strappo alla regola e, anzichè cenare in uno dei nei vari ristoranti di Expo, dopo averne sentito parlare benissimo proprio da tutti, e affidandoci quindi alla saggezza popolare della famosa locuzione latina “Vox populi, vox Dei“, siamo andati a provare con due amici lo street food dello Zen Express. Questo piccolo street food corner si trova proprio dietro al padiglione dell’Angola, con una “succursale” nei pressi del padiglione della Cina. Lo spazio per sedersi non è tantissimo, in quanto i 4 tavoloni e le panche in legno sono in condominio e da condividere quindi con altri due food truck, ma la location è molto tranquilla, con un grazioso praticello da un lato, un braccio del canale Villoresi dall’altro e, soprattutto, ben lontana dal caotico Decumano.
Lo Zen Express nasce da una brillante intuizione e dalla lungimiranza di Luigi-san, l’imprenditore cinese titolare di una nota azienda di import-export milanese, che ha voluto proporre all’Esposizione Universale di Milano alcuni piatti giapponesi ancora poco conosciuti in Italia, ma già molto apprezzati dai veri foodies.
Le gestioni dei due corner in Expo sono state affidate rispettivamente ad Andrea e a Enzo-san, italiano di nascita, ma orientale inside per esperienze lavorative e di vita. Dopo un lungo affiancamento agli chef giapponesi Matzubara-san, titolare del ristorante Ryukishin di Osaka, Kita-san e Kuno-san, che sono rimasti a Expo fino a metà luglio, Enzo ha ora la responsabilità e l’onore di cucinare per i visitatori uno tra i piatti giapponesi più tradizionali e meno conosciuti in Italia, il Ramen. Questi noodles in brodo sono originari della Cina, ma è solo grazie alla rivisitazione della ricetta secondo la fine arte culinaria dei giapponesi che questo piatto ha raggiunto le vette della gastronomia orientale.

Enzo Zen Express street food truck in Expo
Enzo Zen Express street food truck in Expo

Arriviamo allo Zen Express proprio all’ora di punta, otto e mezza, e come prevedibile i tavoli sono tutti occupati. Nell’attesa leggiamo il menu, ci facciamo spiegare le varie proposte da Enzo e da Pietro, il suo prezioso braccio destro, ordiniamo, paghiamo, nel frattempo miracolosamente alcuni clienti finiscono la loro cena e prendiamo così posto su uno degli ampi tavoloni in legno. Il nostro ordine comprende praticamente tutto quanto proposto in menu, ma essendo venuti a cena con due amici, non avremo certo problemi a terminare le abbondanti porzioni che vediamo portare al tavolo da altri avventori.
Inganniamo il breve tempo di attesa sorseggiando la nostra Kirin, la birra giapponese per eccellenza, e ammirando i cuochi al lavoro all’interno del truck. Enzo-san è una persona davvero speciale con il dono dell’accoglienza. Infatti, il suo bel sorriso aperto mette subito a proprio agio le persone e basta guardarlo un istante negli occhi per capire quanta passione dedichi ogni giorno al suo lavoro. La sua è una cucina fatta con il cuore che sposa perfettamente la filosofia orientale secondo la quale i piatti devono appagare tutti i cinque sensi, non solo il gusto.

Enzo-san Zen Express street food truck in Expo
Enzo-san Zen Express street food truck in Expo

Dopo pochi minuti Pietro ci chiama per i primi assaggi, il Miso Ramen Deluxe e lo Shoyu Ramen Deluxe. Incominciamo con il più delicato Shoyu. Gli spaghetti di frumento sono presentati in una graziosa tazza di brodo quasi completamente vegetale e aromatizzato con la salsa di soia. La guarnitura comprende pepe nero, deliziose fettine di carne di maiale, erba cipollina e germogli di bambù. La versione Deluxe che abbiamo assaggiato noi è inoltre arricchita da un uovo sodo cotto in una maniera particolare che dona un bel colore rosso al tuorlo. Il piatto è veramente appetitoso e sprigiona un profumo incantevole, grazie ai numerosi ingredienti del brodo, tra i quali zenzero, funghi giapponesi, aglio e carote. L’apporto calorico è dato dagli spaghetti e dalle fettine di maiale, veramente gustose e saporite senza essere salate. Ed è amore al primo assaggio.
Ma se lo Shoyu ci ha convinti, il Miso Ramen ci ha entusiasmati. La preparazione è simile, come la guarnitura, ma il brodo è decisamente più saporito, grazie all’aggiunta di tre tipi diversi di pasta di soia e del peperoncino speziato. Il sapore è più deciso, ancora più intrigante e appetitoso.

Ramen Deluxe Zen Express street food truck in Expo
Ramen Deluxe Zen Express street food truck in Expo

Già pienamente soddisfatti dalla bontà dei primi due piatti, rimaniamo senza parole con il Tori Karaage, pollo fritto alla giapponese con patate fritte. Le piccole pepite di carne vengono fritte con una pastella di sesamo aromatizzata allo zenzero. Croccanti fuori e morbide come una capasanta dentro, sono accompagnate da una spettacolare salsina agrodolce giapponese e da una sostanziosa porzione di patatine fritte tagliate in modo alquanto originale.

Tori Karaage Zen Express street food truck in Expo
Tori Karaage Zen Express street food truck in Expo

Il piatto successivo è il Gyoza, ravioli giapponesi alla piastra con ripieno di maiale e verdure, conditi solo con qualche goccia di soia. Probabilmente sono i migliori ravioli che abbiamo mai assaggiato, saporiti e gustosi. In una sola parola, perfetti.

Gyoza Zen Express street food truck in Expo
Gyoza Zen Express street food truck in Expo

A questo punto è la volta del Reimen, una particolare versione fredda del Ramen, tagliolini in brodo con striscioline di pollo marinato, zucchine à la julienne, insalatina, pomodorini e mais, guarnito con sesamo e alghe Nori. Il sapore di questa deliziosa zuppa fredda è molto diverso dai piatti precedenti. Il Reimen si adatta molto all’estate calda di Expo ed è sicuramente la più grande scoperta di tutto il panorama gastronomico fin qui provato. I profumi e il gusto di questa magnifica creazione in limited edition sono però difficili da spiegare a parole, assaggiatelo e ne rimarrete di sicuro conquistati.

Reimen Zen Express street food truck in Expo
Reimen Zen Express street food truck in Expo

Concludiamo la nostra cena in questo street food  davvero all’altezza dei più blasonati ristoranti orientali di Milano con il dessert, un insolito Apple Gyoza, ravioli caldi ripieni di mela e decorati con la Nutella. Un connubio azzeccatissimo, il croccante della pasta del raviolo, unito alla mela profumata e al sapore inconfondibile della Nutella rendono questo dessert un piatto davvero piacevole adatto anche per una piccola merenda.

Apple Gyoza Zen Express street food truck in Expo
Apple Gyoza Zen Express street food truck in Expo

Il chiosco Zen Express in Expo è stato una vera scoperta. Dopo aver degustato i  piatti di Enzo comprendiamo bene il motivo per il quale vengono vendute quasi 500 porzioni di Ramen al giorno e perchè tantissimi orientali che lavorano in Expo consumano regolarmente i loro pasti in questo food corner. I piatti proposti da Enzo stanno facendo impazzire tutti coloro che li assaggiano e il suo Ramen, il pezzo forte del menu, è una pietanza che mette d’accordo proprio tutti. L’estrema qualità delle materie prime, l’indiscutibile bontà delle proposte in menu e il prezzo decisamente ragionevole fanno di Zen Express il luogo ideale per una bella pausa ristoratrice. Ne siamo certi, una volta che avrete mangiato da Zen Express, ritornerete una seconda volta e magari anche una terza!
E quando a fine ottobre, Expo chiuderà i battenti, non preoccupatevi, vi sveliamo in anteprima un segreto… questa eccellenza gastronomica della cucina orientale aprirà presto un locale in città!

Alziamo le forchette, si vota!
Locale: street food corner.
Servizio: molto cortese, rapido, efficiente, 8.
Lingue parlate: italiano, inglese, 8.
Menu: pochi piatti ma curati, 8.
Cucina: tradizionale giapponese con influssi asiatici, 8.
Conto per 4: 68 euro per cinque piatti, un dolce e quattro birre.
Fascia di prezzo: media/bassa.
Rapporto qualità prezzo: ottimo, 9.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *